top of page

3 soluzioni per ridurre il consumo energetico della tua azienda

Il settore terziario è quello il cui consumo energetico è aumentato maggiormente negli ultimi anni. Risparmiare energia nella tua azienda avrà un duplice impatto: questo ti permetterà di ottimizzare i costi energetici preservando l'ambiente! Infatti, l’energia è una delle principali fonti di spesa finanziaria delle imprese. Parallelamente, maggiori sono le aziende che si iscrivono in un programma di transizione energetica per ridurre la loro impronta di carbonio e lottare contro il riscaldamento climatico. Lo testimonia la comparsa di termini come building management system (BMS), un sistema di controllo e di gestione degli edifici. Infine, la riduzione del consumo energetico avrà anche un impatto sulla strategia CSR e sul marchio datore di lavoro della tua azienda. Le aziende che non agiscono su questo argomento potrebbero avere delle difficoltà ad assumere!


Riscaldamento, aria condizionata, illuminazione, apparecchiature elettroniche… tutte le fonti energetiche consumate quotidianamente in azienda possono essere facilmente ottimizzate. Offriamo 3 soluzioni efficaci per ridurre drasticamente la fattura energetica della tua azienda, realizzando al contempo importanti risparmi energetici per il bene del nostro pianeta!


Conoscere il proprio consumo energetico e seguirlo nel tempo


Primo passo per ridurre le spese energetiche: l’audit o la diagnosi di rendimento energetico. Ti permetterà di conoscere la distribuzione esatta dei tuoi diversi consumi energetici di riscaldamento, climatizzazione, illuminazione ed elettricità nelle apparecchiature elettroniche. In questo modo, potrai identificare le fonti energetiche più golose nella tua azienda al fine di attuare un piano d'azione teso a prevedere e pilotare al meglio per ridurre il consumo.


L'audit energetico può, in particolare, incoraggiarti a realizzare lavori di ristrutturazione se i locali non sono ben isolati o a eseguire la manutenzione preventiva delle tue attrezzature più regolarmente, al fine di ridurre efficacemente gli sprechi energetici a lungo termine! Investire in nuovi dispositivi meno energivori fa inoltre parte delle leve di ottimizzazione: riscaldamenti più performanti, computer portatili anziché computer fissi, lampadine a basso consumo come lampadine a LED, rilevatori di presenza per l'illuminazione nei corridoi, nei servizi igienici o nelle scale… Inoltre, passare alle energie rinnovabili può essere la soluzione ottimale. Tieni presente che tutti questi investimenti saranno importanti sul breve termine ma saranno ampiamente ammortizzati dai guadagni realizzati sul lungo termine!


Tuttavia, l’audit energetico una tantum non sarà sufficiente a ridurre i costi energetici. Secondo uno studio del CNRS (Centro Nazionale della Ricerca Scientifica francese) (1), monitorare il consumo di energia nel tempo permette di ridurlo del 23%! Infatti, se puoi consultarla in tempo reale, ti indurrà a ridurre l’uso di determinati dispositivi meno o troppo utilizzati.

Non aspettare di ricevere la bolletta energetica mensile per scoprire il tuo consumo energetico: disponi piuttosto di uno strumento che ti permetterà di monitorare e visualizzare i tuoi consumi in qualsiasi momento e in tempo reale! Esiste una moltitudine di strumenti come Effi100, MicroBees, o Aree Building di Inneasoft.


Avere buoni riflessi quotidiani per ridurre i costi energetici


Sappi che è possibile ottimizzare i tuoi consumi energetici mantenendo le tue prestazioni grazie a semplici gesti quotidiani ai quali puoi associare i tuoi dipendenti per prevenire lo spreco di energia.


Risparmiare riscaldamento nei locali


Lo sapevi che il riscaldamento è la fonte di energia più utilizzata dalle aziende? Essa rappresenta, in media, il 50% delle spese energetiche di un edificio professionale (2). In inverno, infatti, il riscaldamento è indispensabile per il comfort dei dipendenti. Tuttavia, adottando alcuni gesti quotidiani, puoi ridurre rapidamente ed efficacemente le bollette del riscaldamento preservando il benessere dei tuoi dipendenti!


L'ADEME (Agenzia per la transizione ecologica francese) raccomanda di riscaldare i locali professionali a una temperatura compresa tra 19 e 21 °C. Tieni presente che un calo della temperatura di 1°C riduce il consumo di energia del 7%! Inoltre, identifica le aree che non necessitano di essere riscaldate come gli spazi di stoccaggio, hall o scale.


Pensa inoltre a:

  • garantire che non ci siano oggetti davanti ai radiatori per non ostacolare la corretta diffusione del calore;

  • aerare solo quando il riscaldamento è spento, altrimenti comporterà un consumo energetico eccessivo,

  • non riscaldare i locali al di fuori degli orari di apertura, durante la notte, il week-end, i giorni festivi o le vacanze.


Ridurre il consumo di aria condizionata


La climatizzazione può invece rappresentare fino al 20% della spesa energetica di un'azienda. Come per il riscaldamento in inverno, l'aria condizionata può rivelarsi indispensabile in estate in caso di caldo intenso. Tuttavia, è importante utilizzare l’aria condizionata in modo responsabile, senza trascurare il comfort dei collaboratori.


Privilegia l'utilizzo di ventilatori se la temperatura esterna è inferiore a 26°C: consumano 50 volte meno energia dei condizionatori(3). Evita di programmare l'aria condizionata a più di 4°C rispetto alla temperatura esterna per ottimizzare il consumo energetico e evitare di ammalarsi! Inoltre, area i tuoi locali nelle ore più fresche della giornata, ossia al mattino e alla sera. Infine, abbassa le tende nelle ore più calde, in particolare durante la pausa pranzo.


Ottimizzare l'utilizzo degli apparati elettronici


Computer, schermi, stampanti, fotocopiatrici, ecc. sono anche importanti fonti energetiche per la tua azienda. Contrariamente a quanto si pensa, la modalità stand-by non è da privilegiare in quanto consuma ancora troppa energia. Ad esempio, l'80% di energia viene consumato da una fotocopiatrice in modalità stand-by! È quindi preferibile spegnere completamente i dispositivi alla fine di una giornata lavorativa. Tuttavia, la modalità stand-by è vantaggiosa energicamente nei brevi momenti di inattività. Ti consigliamo di impostarlo automaticamente sui computer dei tuoi dipendenti.


Dotati di prese multiple con interruttori che ti permetteranno di spegnere più dispositivi contemporaneamente. Inoltre, sensibilizza i tuoi dipendenti sulla riduzione della luminosità dei loro schermi e sul fatto di non lasciare inutilmente i caricatori collegati.


Risparmia sull’illuminazione della tua azienda


L'illuminazione è la seconda fonte di consumo energetico in azienda. Tuttavia, per risparmiare è necessario adottare quotidianamente alcuni semplici gesti:

  • favorire il più possibile la luce naturale,

  • fare attenzione allo spegnimento delle luci negli ambienti chiusi,

  • spegnere bene le luci ogni volta che si esce da una stanza.


Sensibilizzare i dipendenti alla riduzione del consumo energetico


La sensibilizzazione del tuo team alla sobrietà energetica è spesso un fattore chiave di successo determinante… Devi assolutamente incoraggiare i tuoi dipendenti ad adottare le buone abitudini precedentemente menzionate! A tal fine, è fondamentale comunicare loro al riguardo: esporre dei manifesti in punti strategici all'interno dell’azienda o organizzare momenti di sensibilizzazione all'adozione di questi gesti ecologici.

Non riuscirai a ridurre il consumo energetico della tua azienda senza il coinvolgimento dei tuoi collaboratori: è compito di tutti!


Risparmio energetico grazie al BMS


Hai mai sentito parlare del termine building management system (BMS)? Si tratta di sistemi informatici in grado di supervisionare e controllare tutte le attrezzature installate in un edificio ad uso terziario. Ciò riguarda proprio le apparecchiature di riscaldamento, condizionamento, illuminazione ed elettricità! Il loro obiettivo è quello di ottimizzare il comfort, il benessere, la sicurezza e le prestazioni energetiche e ambientali di un edificio grazie alla gestione di molteplici dati attraverso una piattaforma centralizzata.


Questa iniziativa può passare attraverso l'installazione di sensori di misura dell'affluenza nei tuoi uffici, che ti forniranno i tassi di occupazione dei vari spazi in determinati periodi. Alcune soluzioni di conteggio, come quella di Affluences, sono in grado di integrarsi al sistema BMS, che potrà così programmare la temperatura in funzione dell'occupazione degli uffici!

Ad esempio, se in inverno 50 persone sono conteggiate nell'open space alle 14 (quando al mattino erano solo 30), la temperatura aumenterà meccanicamente all'interno della struttura. Il sistema BMS riduce il riscaldamento per equilibrare la temperatura e risparmiare energia!




Si tratta di installazioni semplici da implementare che permetteranno di ridurre il consumo energetico e di preservare l'ambiente!



Fonti:

313 visualizzazioni

Comments


bottom of page